Iscrizioni online: 60mila domande il primo giorno

Bilancio positivo per il primo giorno delle iscrizioni online alle classi prime delle scuole primaria e secondaria, per il prossimo anno scolastico: sono quasi 60mila le domande completate e oltre 400mila famiglie registrate sul portale dedicato del Miur. Le domande inserite sono ancora di più – oltre 80mila – se si contano anche quelle avviate ma non ancora completate.

Per la precisione, le iscrizioni completate alle ore 17,45 di ieri sera ammontavano a 59.737 e le famiglie registrate sul portale del Miur 428.608 (407mila le registrazioni confermate). Il maggior numero di iscrizioni già inoltrate proviene dalle regioni settentrionali: 5.559 in Veneto, 14.564 in Lombardia e 4.897 in Piemonte. Al Centro, si difende il Lazio, con 6.809 iscrizioni completate. Meno iscrizioni, invece, nelle maggiori regioni meridionali: 4.030 in Sicilia e appena 3.956 in Campania.

Una giornata, la prima, un po’ temuta dai tecnici del Ministero dell’Istruzione, memori dei problemi dell’anno scorso, quando per ore il sistema è risultato inaccessibile a causa del numero enorme di accessi. Disagi che sembrano ormai un ricordo.  Il portale è stato, infatti, quasi sempre accessibile, e mediamente alto è stato anche il livello di soddisfazione degli utenti che hanno completato la procedura: per il 52 per cento il funzionamento del servizio di iscrizione on line è  stato molto efficiente, per il 54 per cento la procedura è stata molto semplice e per il 69 per cento – in termini di risparmio di tempo – l’iscrizione on line è stata giudicata molto vantaggiosa.

Nonostante il boom d’iscrizioni, però, sono ancora tanti gli studenti indecisi sulla scuola superiore da frequentare l’anno prossimo. E’ quanto emerge da un’indagine di Skuola.net: 1 studente su 3 ancora non sa quale indirizzo scegliere; di questi 3 su 4 sono comunque indirizzati verso il liceo, che si conferma la scuola scelta da chi è ancora in dubbio. Motivo di questa indecisione, potrebbero essere  le attività di orientamento, che vengono bocciate dal 20% degli studenti: 1 ragazzo su 5 afferma di non averne tratto giovamento e, peggio ancora, 1 su 4 nemmeno le ha svolte.

Fortunatamente, per gli indecisi c’è ancora tempo:  le iscrizioni chiuderanno solo il 28 febbraio.

Margherita De Nadai

Se vuoi saperne di più sulle iscrizioni online, leggi questo articolo.